---------------------------------------------------------------------------------------

Esistono campi elettromagnetici in Arese? Senza alcuna pretesa scientifica, dotati di uno strumento di misurazione professionale, abbiamo cercato di controllare e misurare la presenza di campi elettromagnetici sul territorio per renderci realmente conto del livello dell'inquinamento elettromagnetico. I valori da noi riscontrati nella giornata di domenica rientrano nei limiti prefissati dalla normativa italiana e regionale. Tuttavia, è doveroso ricordare che secondo alcuni studi, esposizioni superiori a 200 nanotesla, potrebbero portare effetti negativi a lungo periodo. Inoltre, si ricorda che in alcuni paesi Europei (es Danimarca) i limiti sono stati fissati a 200 nanotesla. Di certo, anche se per i campi elettromagnetici, il nesso causale tra esposizione e malattia non è stato stabilito con sufficiente certezza, in tale sistema sarebbe indubbiametne il caso di abbandonare l'idea di un meccanismo di soglia ed adottare un atteggiamento di tipo cautelativo, orientato a minimizzare le esposizioni.
A chi pertanto sostiene che i valori di Arese sono fuori dai limiti possiamo rispondere che rispetto all'attuale normativa questo non risulta.
A chi dice che tutto è ok e non ci sono problemi o rischi, possiamo dire che tali campi comunque esistono e che alcuni studi hanno espresso preoccupazione per emissioni come quelle evidenziate nel video.
Di certo sappiamo che nelle zone lontane dagli elettrodotti sono presenti ca 10 nanotesla contro i ca 400/600/1600 nanotesla di altre zone da questi viceversa interessate.
Parlare ed analizzare questa situazione senza alcun pregiudizio o preconcetto. Questa la nostra volontà.

per alcune info:
http://www.icnirp.de/documents/LFgdlita.pdf
http://www.who.int/peh-emf/project/mapnatreps/italiancognettireport.pdf
http://www.mi.infn.it/conferences/SeminarioCampiElettromagnetici.pdf